Costruire una casa in legno: quale terreno scegliere?

Scegliere il terreno adatto a costruire una casa in legno è essenziale per partire con il piede giusto: non è sufficiente valutarlo sulla base della posizione e del prezzo che comunque sono parametri importanti, ma è fondamentale prestare attenzione anche ad altri aspetti, che vedremo nel dettaglio in questo articolo.


1. METRATURA, FORMA E CIO’ CHE CIRCONDA IL TERRENO

Il terreno deve avere una superficie adeguata al progetto della casa in legno.

Non è detto che un terreno grande consenta di costruire una abitazione grande. Ogni terreno ha un indice di edificabilità che ne indica le dimensioni massime consentite del fabbricato che si può realizzare. Indicativamente la metratura media per un terreno in cui costruire una casa in legno della superficie commerciale di circa 150 mq deve avere una superficie media dai 500 ai 1000 mq. La forma del terreno dove costruire una casa in legno è poi fondamentale visto che da normativa si devono rispettare delle distanze minime dal confine di proprietà. Anche cosa sta attorno al terreno è fondamentale: se ad esempio a distanza ravvicinata al confine esiste già un fabbricato si dovrà rispettare una distanza minima dallo stesso.


2. DESTINAZIONE D’USO

Le case in legno sono parificate alle altre tecnologie edilizie e pertanto sono realizzate solitamente senza vincoli particolari. Non in tutti i terreni è consentita la costruzione di una casa in legno inteso come un qualsiasi fabbricato. Il terreno deve avere la giusta destinazione d’uso al fine di consentire, sotto il profilo urbanistico, la costruzione di un fabbricato. Se, ad esempio, dovete costruire la Vs abitazione in legno, normalmente i terreni idonei sono classificati come: di completamento, lottizzazioni, in alcuni casi anche agricoli, ma in ogni caso è consigliabile eseguire una verifica tramite un tecnico (geometra, architetto, ingegnere, ecc).


3. FORMA E ORIENTAMENTO

La forma e l'orientamento del lotto, in cui costruire una casa in legno, rispetto ai punti cardinali e alle vie di accesso deve essere consono per un’adeguata e funzionale distribuzione dei locali del fabbricato nel rispetto dei fondamentali principi di orientamento dei locali e della loro idonea illuminazione dell’abitazione in legno.


4. SOTTOSUOLO

Attenzione ai sotto servizi (tubazioni, cavidotti, ecc) e alla presenza di cave dismesse e depositi di rifiuti; inoltre bisogna accertarsi di presenze acquifere nel sottosuolo.


5. SERVITÙ

Attenzione alla presenza di servitù attive e passive, visibili e non, che potrebbero condizionare le possibilità edificatorie.



Come abbiamo appena visto quindi, la scelta del terreno adatto alla costruzione di una casa in legno non è così banale. Bio-House vi offre una consulenza gratuita per assistervi in questa scelta indicandovi anche i costi che dovrete sostenere per tutto l’iter, dall’acquisto alla realizzazione della vostra casa in legno. Contattaci subito per avere maggiori info!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi