VITRUVIO DEFINISCE LA QUALITÀ NEL COSTRUIRE

Oggi parliamo di storia..

«Queste costruzioni avranno solidità quando le fondamenta poggeranno saldamente sul terreno sottostante; utilità, quando la distribuzione dello spazio dell'edificio sarà pratica all'uso; bellezza, quando l'aspetto dell'opera sarà piacevole per l'armoniosa proporzione delle parti. » - De Architectura

Con queste parole Marco Vitruvio Pollione identifica i 3 canoni di qualità che l’Architettura deve soddisfare:
• 'firmitas'(solidità)
• 'utilitas' (funzione, destinazione d'uso)
• 'venustas' (bellezza)

Il "De Architectura" (Sull'architettura) è un trattato latino scritto da Pollone, composto tra il 25 e il 23 a.C. e dedicato all'imperatore Augusto. 
Unico testo sull'architettura giunto integro dall'antichità, esso divenne il fondamento teorico della progettazione occidentale, dal Rinascimento fino alla fine del XIX secolo.
L'opera costituisce una delle fonti principali della moderna conoscenza sui metodi costruttivi degli antichi romani.
Fu proprio lo stesso Leonardo Da Vinci che, affascinato dal pensiero di Vitruvio, rielaborò questi criteri nello studio delle proporzioni del corpo umano, note nel suo famoso disegno “L’uomo Vitruviano”.
Con questo trattato a Vitruvio va il merito di aver dato all'Architettura il titolo di 
scienza, parificandola in dignità intellettuale agli altri saperi.

Da sempre Bio-House segue questi solidi principi scientifici, legati alle leggi della natura ed alle esigenze dell’uomo, per progettare e realizzare edifici:

  • SOLIDI
  • FUNZIONALI
  • DI DESIGN

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi