Bioedilizia per il grattacielo di Vienna

Un grattacielo in legno ad altissime prestazioni energetiche

Un edificio molto interessante per la bioarchitettura è l’HoHo Wien un grattacielo in legno costruito a Vienna, uno dei più alti del mondo. Ma non è l’altezza la caratteristica di particolare rilievo per questa costruzione in legno, bensì le alte prestazioni energetiche in termini di isolamento termico, isolamento acustico ed efficienza energetica.

Come riesce in prestazioni energetiche fuori dal comune?

Questo grattacielo in legno ha una particolare caratteristica legata alle prestazioni energetiche, possibili grazie alla presenza di 6.000 metri quadri di vetro isolante, di vetri tripli che, per i più tecnici, raggiungono un valore Ug pari a 0,5 W/(m²K).

Com’è sviluppato l’HoHo Wien?

È composto da tre parti: una torre di 84 metri da 24 piani, una torre da 15 piani ed una terza torre di 9 piani, agganciate l’una all’altra in modo da sorreggersi a vicenda. Le torri si ergono in un’area di 19.500 mq dedicata sia ad uffici che ad appartamenti e ristoranti.

Realizzato come una costruzione ibrida legno-cemento, quali parti sono realizzate in cemento? Principalmente un nucleo di cemento armato si trova al centro dell’edificio, e racchiude scalinate ed ascensori. Le parti in legno interne, come gli elementi delle pareti e del tetto sono in legno di abete rosso non rivestito, scelta che consente di conservarne il carattere originale ed intenso del legno.

Un’altra particolarità di questo edificio in legno riguarda il metodo di fissaggio delle finestre, che nel progetto iniziale dovevano essere finestre a due ante a tutta altezza mentre successivamente sono state integrate negli elementi delle pareti per il montaggio dell’intera struttura della facciata.


[Fonti: HoHoWien.at]


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi