Case ecosostenibili stampate in 3D

Si associa spesso il legno alla bioedilizia, ma non è il legno l’unico materiale ecosostenibile per costruire e rifinire case prefabbricate – pietra, canapa, acciaio, sono altri materiali che si possono utilizzare nella realizzazione di case ecosostenibili. Spesso viene abbinata la bioedilizia a tecniche e sistemi costruttivi tradizionali anche se del settore bioedile, tipici delle case prefabbricate in legno.


La bioedilizia del futuro

La notizia che vogliamo condividere con voi oggi, riguarda invece una vera innovazione in campo bioedile: case ecosostenibili costruite tramite una stampante 3D. Grazie ad un’azienda italiana leader del settore nel 2015 è stata realizzata la prima stampante 3D di case ecosostenibili, la prima stampante in grado di costruire case, la più grande del mondo.

La tecnologia innovativa di oggi ci permette di stampare una casa in bioedilizia in 3D in terra cruda. La stampante è guidata da un programma software che segue le indicazioni di un progetto digitale. Nel 2018 viene presentata la prima casa stampata in 3D utilizzando terra cruda locale, scarti della lavorazione del riso e calce idraulica, omogeneizzati per creare un composto con la giusta densità.


Case ecosostenibili a bassissimo impatto ambientale

Una prima dimostrazione è stata data con la costruzione di “Gaia”, una casa stampata di 30 mq con caratteristiche eccellenti sotto l’aspetto di efficienza energetica e sostenibilità ambientale.

Una curiosità? La terra utilizzata per la costruzione della casa, viene prelevata dal terreno circostante per ridurre allo zero l’impatto ambientale.

La struttura ad alveare delle pareti di 45 cm di spessore rende possibile il mantenimento di una temperatura interna costante, senza uso di impianti di climatizzazione.

Questo tipo di innovazione segue la volontà di costruire in un’ottica eco-socio-sostenibile, con impatto zero sull’ambiente.



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi