Così è cambiata l'idea di casa dopo il lockdown

Le ultime settimane hanno cambiato per molti la percezione della casa

Non più un luogo dove fare ritorno...


Per molti di noi le convinzioni su come dovrebbe essere la casa ideale sono cambiate nel giro di poche settimane. 

La casa è infatti passata dall'essere il luogo a cui fare ritorno dopo una frenetica giornata di impegni, ad essere il posto sicuro in cui rifugiarsi, da vivere anche 24 ore su 24.

Sicuro però non è sempre sinonimo di confortevole o adatto alle attività che solitamente si svolgono al di fuori, come il lavoro, la formazione o la vita sociale.


Molti si sono resi conto che, ad esempio:

le stanze sono effettivamente troppo piccole o troppo poche;

l’isolamento acustico è più scarso del necessario durante lo smart working;

gli ambienti non sono naturalmente luminosi

è fondamentale rendere salubre l’aria interna grazie agli impianti di aerazione moderni e ai materiali costruttivi biocompatibili


... ma da vivere in ogni momento


Più di tutto, però, sono gli spazi all'aperto a essere diventati fondamentali: un ampio giardino, magari con piscina e sedie a sdraio, e una terrazza ci permettono di staccare la spina e ospitare famiglia ed amici senza rinunciare al comfort.


Chi è intenzionato ad acquistare una nuova casa oggi si trova a fare i conti con una scelta immobiliare limitata, a meno che non consideri una soluzione su misura come quelle realizzate da Biohouse.

I nostri progetti tengono conto dei tempi che cambiano e delle tue esigenze, soddisfacendo sempre i requisiti di salubrità (Leggi qui per approfondire questo tema ), comfort e sicurezza!



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi